Il tecnico Inter, Simone Chinelli, in visita alla ASD Matheola Matera

La Asd Matheola Matera, dopo aver ottenuto da FC Internazionale, anche per la stagione in corso, il rinnovo del contratto di Scuola Calcio Inter dell’Inter Grassroots Program (25 in totale le società in tutta Italia), ha ospitato nei giorni scorsi Simone Chinelli, tecnico delle giovanili del club milanese. Si è trattato del primo dei due raduni stagionali di categorie di puro settore giovanile ed incontri di formazione ed aggiornamento tecnico, il tutto per trasferire la metodologia e la programmazione che lo staff nerazzurro trasmette puntualmente a chi deve insegnare calcio. “La Matheola – ha dichiarato il presidente del sodalizio Vito Giacoia, appena rientrato da Milano per l’incontro tecnico di presentazione della stagione 2019/2020, riservato proprio alle Scuole Calcio Inter – è tra le pochissime società di tutto il mezzogiorno d’Italia (sono solo 4, di cui una in Basilicata e le restanti in Calabria) a rappresentare il club nerazzurro, questo grazie alla competenza e alta professionalità dimostrate negli anni. Il poter garantire – ha concluso Giacoia – la presenza di tecnici del settore giovanile FC Internazionale dà la possibilità all’intero gruppo di crescere, principalmente agli atleti in erba ma anche al nostro staff che ha l’occasione di confrontarsi con colleghi di indubbia competenza.” Grande soddisfazione al termine dell’intenso pomeriggio trascorso allo Sport Village di Matera con il tecnico Simone Chinelli, il quale, nel salutare gli atleti e nel complimentarsi con loro per l’atteggiamento, ha indicato un paio di regole da seguire, come già fatto ovviamente durante le sedute di allenamento: “La prima è divertirsi e la seconda è non sprecare il proprio tempo, ovvero arrivare sui campi sempre con il giusto atteggiamento e la giusta voglia: un minuto oggi, un minuto domani, alla fine dell’anno saranno tantissimi i minuti di crescita. Sono convinto – ha concluso – che, se l’atteggiamento che avete proposto nel tempo trascorso con me è quello che avete costantemente con i vostri mister, la società non potrà che essere orgogliosa di voi e di avervi con loro.”