Calcio a 5 serie B, risoluzione consensuale del contratto tra il Real Team Matera e mister Bommino

Il Real Team Matera, società che, con grande merito, ha conquistato la permanenza nel campionato di calcio a 5 di serie B, ha formalizzato la risoluzione consensuale del contratto con il tecnico, Angelo Bommino. “Voglio ringraziare – dichiara Bommino – il presidente Nico Taratufolo per la fiducia accordatami per lo scorso campionato in cui abbiamo conseguito la salvezza con largo anticipo, traguardo questo meritato ma inaspettato viste le numerose squadre ben attrezzate del girone. Ci tengo particolarmente – aggiunge il tecnico – a ringraziare i miei collaboratori: il preparatore dei portieri Angelo Taccardi, figura per me molto importante e sempre al mio fianco, il direttore generale Antonio Quaranta, il direttore sportivo Paolo Locapo, con cui ho lavorato per la prima volta, il fisioterapista Antonio Lavecchia, sempre presente e puntuale, e l’addetto alla logistica Giuseppe Tataranni, fondamentale nell’intera stagione e persona davvero straordinaria; ed ovviamente ringrazio i ragazzi, capaci di disputare un campionato anche al di sopra delle loro possibilità, dimostrando grande attaccamento alla maglia, voglia e determinazione dalla prima all’ultima giornata. Il mio – conclude poi Bommino – non è un addio ma un arrivederci; porterò il Real Team sempre nel cuore ma nel frattempo, per la prossima stagione, mi avvicino a casa e potrò definirmi un tecnico a chilometro zero. Ad maiora!”

“Ringrazio mister Angelo Bommino – dichiara invece il presidente del Real Team Matera, Nico Taratufolo – per l’operato svolto con grande dedizione, professionalità ed attaccamento ai colori, e culminato poi con la meritata salvezza. Ha sempre lavorato con un atteggiamento professionale e ha messo al primo posto gli interessi del club rispetto a quelli personali. Gli auguriamo il meglio per la sua carriera, nella speranza di poterci ritrovare insieme, magari anche in categorie superiori. Siamo a lavoro – conclude poi Taratufolo – per individuare il nuovo tecnico, figura che dovrà garantire una certa continuità rispetto a quanto è già stato fatto, puntando sempre a valorizzare i giovani del vivaio con il supporto di qualche elemento di esperienza, sempre utile per disputare un tranquillo campionato ma soprattutto per favorire il percorso di crescita dei ragazzi”.